Accessibilità

Nell’Orto Botanico sono presenti vialetti pavimentati con ghiaia: essendo più difficoltoso lo spostamento con la sedia a rotelle, alla biglietteria relativa all’ingresso di Via Ghini è disponibile uno scooter elettrico per visitatori con disabilità motoria o con difficoltà di deambulazione. Il veicolo permette di percorrere comodamente tutti i viali principali. Si consiglia di verificarne la disponibilità prima della visita (per informazioni: 050 2211 310 – portineria dell’Orto botanico)

L’ingresso alla biglietteria di Via Ghini presenta due scalini e pertanto i visitatori che hanno difficoltà locomotorie possono accedere attraverso il cancello monumentale che immette nel giardino con una rampa in lieve pendenza. Dato che il cancello di norma è chiuso, l’apertura viene richiesta al personale di portineria tramite un campanello posto all’ingresso.

Il piano superiore del Museo Botanico e le aule didattiche nel Palazzo Arcangeli sono accessibili tramite l’utilizzo di entrate dedicate e di ascensori.
Al fine di poter gestire la fruizione della struttura nel modo migliore, consigliamo di segnalare la presenza di persone con disabilità motorie.

E-mail: accessibilita@sma.unipi.it

L’Orto e Museo Botanico propongono iniziative e percorsi per persone con disabilitàhttp://www.ortomuseobot.sma.unipi.it/musei-per-tutti

Audio/video guida il LIS

Nel 2019 è stata realizzata un’Audio/video guida in LIS (Lingua dei segni Italiana) per Orto e Museo Botanico, pubblicata sul canale YouTube del Sistema Museale di Ateneo. Sottotitoli in italiano, traccia audio, musica, immagini di supporto e un testo chiaro ed esplicativo lo rendono un supporto per tutti e non solo per sordi (segnanti e non).

 

Storia sociale dell’Orto e Museo Botanico

Le storie sociali sono delle brevi storie scritte che mirano a sviluppare la comprensione sociale dei bambini e ragazzi con autismo, con lo scopo di aiutarli a comprendere situazioni di vita reale, nuove o conosciute, e a reagire ad esse comportandosi in modo appropriato ai loro bisogni.
Pertanto, in quell’ottica inclusiva che il Sistema Museale promuove affinché i propri musei siano il più possibile accessibili for all, la storia sociale dedicata all’Orto e Museo Botanico intende quindi essere un utile strumento per coloro che intendono venire in visita, fornendo informazioni chiare e concise sull’esperienza sociale che si apprestano a vivere.
Questo strumento si inserisce nel progetto “I musei …che meraviglia!!!” dedicato a persone con disturbi dello
spettro autistico ed è stata creata grazie ad una collaborazione fra Sistema Museale di Ateneo, corso di insegnamento “Tecnologie assistive per la didattica” coordinato dalla prof.ssa Susanna Pelagatti e Associazione Autismo di Pisa-Valdera-Valdicecina.
La storia è stata realizzata da:
Mariasole Bondioli (corso di dottorato in Informatica)
Camilla Poggianti (corso di laurea in Informatica Umanistica)
Francesca Corradi (Servizi educativi dedicati all’accessibilità -Sistema Museale di Ateneo)
Con la supervisione di Lorenzo Peruzzi (Direttore Orto e Museo Botanico)
Scarica la Storia sociale dell’Orto e Museo Botanico in PDF